Carrello

Customer Login

Lost password?

View your shopping cart

Split

Post thumbnail

Ma tu non la senti

La scorsa notte la voce nel condotto dell’aria mi ha detto Corri e io ho corso. Ho spalancato gli occhi e mi sono sollevata dal letto con la schiena rigida. Sono uscita senza mettermi le scarpe. Il terriccio all’esterno era freddo, freddo il marciapiede, freddo l’asfalto, fredda l’erba umida del parco. Non mi sono fermata …

Post thumbnail

Pezzi mancanti

Il caffè alla fine venne su. Lara spense il fuoco, sollevò il coperchietto di metallo e rimase a osservare i fiotti scuri che sgorgavano dal beccuccio centrale. Poi si versò una tazza, ci aggiunse un po’ d’acqua del rubinetto e guardò fuori. Il cortile era invaso da erbacce e attrezzi. Anche le siepi erano aggrovigliate, …

Post thumbnail

L’Acquario

Martedì ho avuto il problema del carburante. Tutti le stazioni di servizio parevano essere state prosciugate nella notte e le indicazioni sul cruscotto lasciavano poche speranze, non sarei arrivato fino al lavoro. A metà tragitto ho invertito il senso di marcia per provarne una che avevo visto sfilare sull’altro lato della carreggiata. Enormi buche piene …

Post thumbnail

Take Five

Fumo una sigaretta dietro l’altra, nella fattispecie non è mica una cosa gradevole. Cioè, di per sé è gradevole la boccata. Di per sé, quando senti che ti esplode nella gola è grandioso, anche se brucia. Quando ti arriva e lo aspiri tutto, è sensazionale. Ti stappa come una bottiglia di prosecco. Parlo delle sigarette, …

Post thumbnail

La ferita

Un amico fidato gli aveva dato il numero di Maria Soledad rassicurandolo sul fatto che la tipa in questione era una vera professionista e che una volta concluso il tutto sarebbe uscito dall’alcova lussuriosa pienamente soddisfatto, così fissò l’incontro e si recò all’indirizzo comunicatogli con il solito carico di depressione e solitudine ma anche di …

Post thumbnail

Cambio casa spesso #2

La seconda volta che cambiai casa avevo da poco avuto il menarca – in ritardo rispetto al resto delle signorine mie amiche – e avevo incontrato una persona, un uomo adulto che non ingeriva le creature marine e soprattutto non mangiava il cervello degli agnelli strappandolo loro dal cranio arrostito come facevano alcune delle persone …

Post thumbnail

3 poesie

Il gancio della flebo sul polso un mese dopo mi ricorda quel che avevo rimosso. Così, un giorno di sole cambia la sua luce e l’acqua riflette NaCl. * La caduta da un metro – fa ridere la voglia di morire ma la pratica, quella ha il suo fine. * Fette di limone pronte a …

Post thumbnail

Per l’ostinazione di un pesce

Quando sono giunti sul posto il suo corpo era gonfio, come se qualcuno ci avesse soffiato dentro per un’ora buona, e immobile quanto un pezzo di legno lasciato galleggiare sul pelo dell’acqua e trasportato dalla corrente. In realtà, in quel laghetto artificiale nascosto dai campi di granturco e dimenticato da tutti o quasi, non c’è …

X