Customer Login

Lost password?

View your shopping cart

Split

Post thumbnail

Serenata per Emily Antonio Esposito

Era un giorno qualsiasi, non ricordo la data. All’ora di un caffè particolarmente acquoso, sedevo con Emily nel nostro appartamento a piano terra. A guardarci da fuori ci prendevano per madre e figlio. Emily aveva un bel viso, resistente al passare degli anni: le guance rosse ancora non erano appassite e il petto si teneva …

Post thumbnail

4 Poesie Giovanna Esposito

Idilli Io non ho mai visto nessuno stringersi la mano come fai tu, mai avevo visto una vena. Tubi in cui scorrono cose, certo. Posso perdere denti e occhi, però mi preoccupano le mani: se me le spezzo come sorvolano le tue cose?   *   Morire Ti dico cosa è stato: era un salto …

Post thumbnail

4 poesie Valentina Casadei

Nella notte Ci ferisce con gli occhi Con sguardi che non accadono. Il buio Ci invita a morire di fiducia.   *   Mi ripiego Come una salamandra magra Nell’angolo più umido del cielo Per morire incastrata Fra i nei della notte.   * Vogliono Cibarsi Della Mia Pena. * Semini onde Ai mari tranquilli. …

Post thumbnail

*happy* *surprised* *cool* *cool* *inlove* Sergio Oricci

  e quindi non esci mai? … sta scrivendo allora? No *happy* mai? *shocked* Be’, proprio mai no. Scendo ad aiutare mamma a portare su la spesa. A volte lavo la macchina con papà. e che fai tutto il giorno? *thinking* Facebook, instagram, twitter, videogame, poker online, leggo, Youtube, guardo film. Non necessariamente in quest’ordine. …

Post thumbnail

Dick’s pic Riccardo Righi

I suoi amici diranno che è stato l’alcol a fotterlo, ma non è andata così. È stata la carenza di sonno. Ma lui non potrà correggerli perché non sarà lì con loro. Si troveranno in un bar, o in qualche altro posto triste, come casa di Steve, bisbigliando e sparlando dell’assente. “Cristo hai sentito cos’è …

Post thumbnail

La moglie di Villon Osamu Dazai

(Traduzione dal giapponese di Stefano Pirone)   I   Mi svegliai al suono della porta d’ingresso che si apriva, ma non mi alzai. Era senza dubbio mio marito che tornava a casa ubriaco in piena notte. Accese la luce nella camera affianco e, respirando pesantemente, sembrava cercare qualcosa rovistando nei cassetti della scrivania o della …

Post thumbnail

Petrarca preferiva le grasse Andrea Elia

È il 22/09/2018, tardo pomeriggio. Soltanto qualche ora prima il cielo sarebbe stato di un azzurro così nitido e brillante da star male, di una sfumatura perfetta, senza le bave dei cirri semitrasparenti a sporcare la tavolozza, non troppo blu da far pensare, a chi si fosse fermato ad osservarlo, che il crepuscolo fosse alle …

Post thumbnail

Fossili Alessandro Ceccherini

L’oceano srotola le sue onde una dopo l’altra, sbobina e riavvolge la sua inquietudine senza fine, slinguazza la spiaggia, le gratta via il palato, la digerisce nei suoi intestini cupi. Fa bene, non c’è molto da salvare da queste parti. Il sole ha appena imboccato la discesa, brucia gli occhi. Li stringo forte, li riapro. …

X