Carrello

Customer Login

Lost password?

View your shopping cart

Racconti

Post thumbnail

Quando le parole s’infilano nella mia testa

Mi è sempre piaciuto tornare a casa a piedi. La sera, quando finisco di lavorare, chiudo le luci, abbasso la saracinesca e mi fermo cento metri più avanti, da Costanzo, dove mangio qualcosa. Se c’è almeno una faccia amica decidiamo insieme quanto siamo sciupati, calcoliamo quanta giovinezza è stata portata via dall’ultima giornata lavorativa e …

Post thumbnail

Aspira all’incendio

Guardami bene, guardami meglio. Ho vent’anni e so tutto. L’aspetterò fino al mattino, se necessario. Attenderò il suo ingresso disordinato, in ritardo come al solito. L’accoglierò con un saluto nostrano, un cenno del capo, un’alzata di mano. La farò sedere al mio fianco. Ordinerò un caffè lungo senza zucchero per me e una tisana alle …

Post thumbnail

Spina

D’altronde chi poteva immaginare che il vecchio avesse in sé tanto sangue? – Lady Macbeth Come si può definire il suono del caffè quando esce?, si chiede Spina guardando la caffettiera. Molti usano la parola “borbotta”, ma non la convince: somiglia al rantolo gorgogliante che fa Cherie quando usa il collutorio, pensa. Qualunque cosa sia, …

Post thumbnail

Cava

La luce è tutta alle spalle della pietra. Centomila metri di rocce spaccate, la bocca aperta a coprire una parte di cielo. L’aria ha un colore di sabbia, in mezzo alle pietre chiare ogni rumore di passo scalpiccia e ritorna. Al pomeriggio, quando il sole comincia la lunga curva del tramonto, la montagna è una …

Post thumbnail

6 gennaio

 16 giugno ho trovato la carcassa di una volpe dentro il bosco 1 giugno tardi ho incontrato i genitori di Nina non m’hanno visto e li ho seguiti per un poco che si tengono abbracciati come se uno da solo dei due non può camminare con le gambe sue m’hanno fatto la pena ma meno …

Post thumbnail

Fino alle ossa

Tre piani senza ascensore alle 04.00 di mattina. Mentre giravo la chiave nella serratura, cercando di non fare rumore, non ero più tanto sfacciata. Toglievo i tacchi prima di entrare. Aprivo la porta, accendevo la luce per non pestare il vomito: di sicuro c’era del vomito. C’era il vomito. Mollettone in testa, già pronto, aggrappato …

Post thumbnail

Tempi di paglia

Dicono che sia divampato un incendio al di là della piazza. Dicono che sia grande come l’ipocrisia della gente, che è rimasta a guardare. Loro dicono, eppure io stento e ho sempre stentato a credere. Qualcuno insinua che Don Michele abbia continuato la predica perché, comunque vada, la liturgia è nella parola e la parola …

Post thumbnail

Pomelo

Qualche metro al di sotto dei piedi, il mare risplende tenue. Trapassando con lo sguardo la superficie maculata, riesco a scrutare il fondale sabbioso dilaniato da canini salmastri. Le mie dita, sensibili alla pressione della mia acrofobia, si arcuano sugli scogli taglienti.  Al largo del piccolo golfo di Torre Pozzelle il mare è nervoso. Altri …

X